[MOVIES] Alice In Wonderland: recensione

Alice + Burton = capolavoro? Nì. Anzi No. Stavolta il buon Tim toppa. Eppure il sostrato narrativo sembrava ideale per sfoderare la prodigiosa immaginazione del papà di Edward Mani di Forbice, e senza dubbio i primi screen, con Depp e la Bonham Carter da antologia, avevano fatto intuire che il film fosse diretto proprio in quella direzione.
Al contrario, come successe per Il Pianeta delle Scimmie, Burton risulta deludente, quasi avesse girato questa re-interpretazione di Alice Nel Paese Delle Meraviglie più per esigenze di tasca che di cuore o cervello. Un film su commissione per Disney? Probabilmente si, ma questo in passato non aveva certo limitato il genio di Burbank (Batman non era forse un blockbuster su commissione?)

Qui invece ci troviamo di fronte ad un film fondamentalmente stanco. Interessante solo dal punto di vista estetico (d’altronde parliamo pur sempre di Burton, nonostante i detrattori ci vedano quel manierismo per loro insopportabile) ma poco altro. Non un segno di inventiva, non una trovata che ricordi il talento infuso a profusione in altre sue opere. Forse dopo tanti anni di (meraviglioso) cinema il buon Tim non ha più l’urgenza di dare forma alle sue fantasie, di contaminare le immagini con la sua poetica freak, ed è entrato in una fase più tranquilla e omologata della carriera. D’altronde succede a molti altri registi, come Spielberg o Scorsese.

Rimane sempre un po’ di amaro di bocca, perchè dai fuoriclasse ti aspetti sempre l’emozione, la sorpresa, il film che si stampa indelebile nella memoria e ti ricorda perchè ami tanto quel suo modo di fare cinema. Però stavolta non succede, anzi, ci scappa pure che si esca dalla sala un filino annoiati. Un film di quelli che alla critica piace definire minore. Chiamamolo così anche noi.
Ti aspettiamo alla prossima Tim, convinti che tu abbia ancora qualcosa da dire. E se non è così, grazie per tutto quello che ci hai dato in questi anni. Ma i saluti d’addio, ora come ora sembrano davvero troppo esagerati. Magari si tratta solo di un film distratto.

Advertisements

~ di Bilbo Baggins su 16 luglio 2010.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: